“IL TESSILE DEL FUTURO PASSA ATTRAVERSO L’ESPERIENZA DEL PASSATO”

Anche per la prossima stagione Ongetta ripropone il tema della sostenibilità.
E’ risaputo che per produrre la seta è necessario far crescere piante di gelso senza pesticidi che nutrono i bachi. Queste coltivazioni producono ossigeno e consumano anidride carbonica, rendendo l’ambiente più respirabile. Le produzioni agricole non intaccano le risorse naturali e creano un circolo virtuoso che dà anche sostenibilità sociale ed economica alle classi meno abbienti del settore primario favorendo condizioni di lavoro adeguate.
La seta è quindi una scelta naturale, ecologica e green.

Vedi Consuntivo Progetto Detox